• Paradiso di Barchi
  • Paradiso di Barchi
  • Paradiso di Barchi
  • Paradiso di Barchi
  • Paradiso di Barchi
  • Paradiso di Barchi
Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)
alla scoperta di Monte San Biagio

paradiso-di-barchi-monte-san- biagioI sentieri immersi sul Monte San Bagio donano relax e tranquillità, sono facilmente percorribili e colui che li percorre s'incammina alla scoperta dei luoghi, della natura e s'imbatte in antichi monumenti che rievocano la storia del luogo e le traccie lasciate dalle gente che abitava queste terra.
In località Barchi, nel comune di Terracina, sono evidenti le traccie dell'antica via Appia e al confine con Monte San Biagio troviamo la Torre dell'Epitaffio considerato

paradiso di barchi epitaffioil simbolo antico del tratto di confine tra il Regno di Napoli e lo stato Pontificio. Sisto V e Clemente VIII richiesero la realizzazione della Torre dell'Epitaffio all'architetto Fontana per indicare il limite territoriale dello Stato Pontificio verso il Regno delle Due Sicilie.

paradiso di barchi la torreLa Torre è collegata, con un arco a tutto sesto, al muro di cinta che sale per un tratto lungo il monte San Biagio; sull'arco è presente l'incisione "Stato Pontificio" mentre al di sotto della stessa passava la via Appia, in seguito spostata di alcuni metri; presenti sia lo stemma borbonico del Giglio sia lo stemma pontificio delle Chiavi incrociate.paradiso di barchi portella

A pochi chilometri dalla Torre dell’ Epitaffio troviamo "Portella" edificio del XVI secolo simbolo prima del confine tra Stato Pontificio e Regno delle due Sicilie e poi dal 1929 la linea di demarcazione tra il Lazio e la Campania.paradiso di barchi mausoleo

Continuando il percorso sulla via Appia si può apprezzare la bellezza del Mausoleo dell'Imperatore Servio Galba che studi recenti associano all'antichissima tomba di Sesto Giulio Fiorentino,la bellezza del mausoleo è la sua forma quadrongolare e le liscie e perfette pietre con cui è stato eretto.